Microsoft Partner

Blog Paripasso

Blog Paripasso

E-commerce: l’ancora di salvezza del fashion vai al dettaglio

Il settore dell’Abbigliamento online è fra i più dinamici dell'e-commerce B2c italiano. A differenza di altri comparti, in cui la differenza tra vendite online e fisiche è ancora netta, gli e-commerce di abbigliamento in Italia occupano una fetta importante degli acquisti effettuati sul web.  L’abbigliamento online in Italia Per capire meglio i numeri che porta il settore della moda, attraverso l’e-commerce, possiamo prendere i dati del 2019: il mercato e-commerce nell’Abbigliamento ha registrato un +16% rispetto al 2018 e passa da 2,8 a…

Riaperture store 18 maggio: 2 modi rapidi di gestire la clientela vai al dettaglio

Il 26 aprile, il Presidente della Repubblica Giuseppe Conte ha dato il via alla fase 2 che prevede, per i commercianti, una progressiva riapertura dei diversi tipi di attività. I store di commercio al dettaglio saranno “pienamente” operativi il 18 maggio. Bar e ristoranti ripartiranno il 4 maggio ma sarà consentita la vendita solo attraverso la formula del  take away (asporto) e/o del food delivery (consegna a domicilio). I più penalizzati sono gli imprenditori del settore beauty. Parruchieri, estetica, spa,…

Parrucchieri e centri benessere: Riparti al meglio vai al dettaglio

Tra le categorie di esercizio più colpite dal Covid-19 ci sono senza dubbio parrucchieri e centri benessere. Ci rendiamo conto che per moltissimi imprenditori del beauty è stato un duro colpo e che, ad oggi, moltissimi di loro non sanno come ripartire e forse neanche ci credono.Ci rendiamo conto che per molti è un colpo davvero duro ma dobbiamo prendere coscienza che le cose andranno in ogni caso avanti. Non possiamo permetterci di mollare la presa, non possiamo permetterci di…

Progetto Re-Store vai al dettaglio

Nascere non basta. È per rinascere che siamo nati. Ogni giorno.(Pablo Neruda) Il Covid-19 ormai da tempo è diventato un argomento ed un problema di pubblico dominio. I dati sono sconcertanti, si stima che addirittura il 44% delle attività italiane potrebbe non riaprire più. In ogni caso c'è chi tiene duro e sta cercando, anche durante questo difficile periodo, di poter erogare i propri servizi o vendere i propri prodotti.Moltissimi ristoratori stanno pensando di abbracciare soluzioni sempre più verticalizzate sul…

Coronavirus: Organizza lo smart working efficace e funzionale vai al dettaglio

Qualche dato delle imprese italiane L’emergenza Covid-19 ha messo in risalto un nuovo modo di lavorare, lo smart working. In Italia, prima del Corona Virus, questa modalità di lavoro non era pressoché sviluppata. In Italia infatti, fino a pochi mesi fa, solo 354 mila lavoratori dipendenti (2% del totale, secondo i dati della Fondazione Consulenti del lavoro), erano lavoratori agili. Una cifra che colloca l’Italia tra i Paesi europei più restii a questa nuova modalità di organizzazione del lavoro, visto…